Aiutaci con il tuo 5x1000! Codice fiscale: 97453580157


Visite guidate in diverse lingue

Visite guidate in lingua

L’Associazione Amici del FAI organizza visite guidate e gratuite in diverse lingue.

L’obiettivo è coinvolgere, attraverso percorsi ad hoc, i cittadini di origine straniera nella conoscenza del patrimonio italiano. Le visite vengono condotte dai Mediatori Artistico Culturali, ovvero persone di origine straniera con un profondo interesse per l’arte, che hanno partecipato ai corsi di formazione promossi dall’Associazione Amici del FAI in collaborazione con il FAI – Fondo Ambiente Italiano.



E’ iniziato giovedì 23 ottobre e finirà l’8 gennaio 2015  il nuovo progetto per Mediatori Artistico Culturali in collaborazione con le Gallerie d’Italia di Milano, una trentina i partecipanti di 19 nazionalità diverse.

Ha introdotto il corso il Dott. Giovanni Morale, Coordinatore delle Gallerie di Piazza Scala, e la  Dott.ssa Annamaria Morando, Vice Presidente Associazione “Amici del FAI”.  Oggetto della prima lezione la sontuosa sede delle Gallerie d’Italia: Palazzo Anguissola e Palazzo Brentani, splendidi palazzi sette-ottocenteschi che ospitano la collezione della Fondazione Cariplo e Intesa Sanpaolo.

A partire da gennaio 2015 l‘Associazione Amici del FAI organizzera’ insieme alle Gallerie d’Italia visite guidate in lingua straniera e in italiano: tutte le visite saranno gratuite, a cura dei Mediatori Artistico Culturali che stanno seguendo il corso.

Il corso rientra nel progetto creato  dall‘Associazione Amici del FAI  - “Arte un Ponte tra Culture” -  nato per diffondere la cultura e l’arte italiana anche tra i cittadini di origine straniera e favorire uno scambio culturale tra persone di diversa provenienza che vivono e lavorano nello stesso Paese.


» Continua la lettura e lascia un commento...

Si chiama “Fame di cultura? Vieni da noi!” il nuovo progetto dell’Associazione Amici del FAI in collaborazione con le Gallerie d’Italia. Il nome si ispira all’EXPO ma al posto di verdure, frutta e ortaggi mette in tavola la cultura, il pane del nostro Paese!

Da giovedì 16 ottobre 2015, trenta Mediatori Artistico Culturali dell’Associazione Amici del FAI provenienti da Cina, Russia, Sudamerica, Giappone, Egitto, Iran, Israele, Romania, Germania e Filippine, si incontreranno ogni giovedì sera alle Gallerie d’Italia, in piazza della Scala, per studiare la storia di Milano e d’Italia. Le lezioni sono a cura delle docenti dell’Associazione Amici del FAI e del personale delle Gallerie.

A partire da gennaio 2015, l’Associazione Amici del FAI con i Mediatori Artistico Culturali precedentemente formati, organizzerà visite guidate gratuite in italiano e lingue straniere alle Gallarie d’Italia (piazza Scala 6, MM Duomo). Per prenotare o organizzare una visita scrivere a: info@emmamilano.com oppure chiamare il 333 5377014.

» Continua la lettura e lascia un commento...

La seconda visita del corso dedicato alla storia e l’arte di Milano è stata nello splendido parco milanese di via Palestro. Forse uno degli angoli verdi più belli in città. Noi ci siamo andati sabato 26 ottobre, insieme a Oscar Fernandez Gandarillas e Sumila Jayasekara, entrambi Mediatori Artistico Culturali dell’Associazione Amici del FAI.

Con una passeggiata tra abeti, aceri, tigli e cedri, abbiamo scoperto un po’ più a fondo la storia di questo parco, così bello e così antico. I giardini infatti furono realizzati su un progetto dell’architetto Piermarini tra il 1782 e il 1786. L’ idea dell’architetto si ispirava ai principi illuministi di razionalizzazione dello spazio e infatti il parco venne realizzato secondo uno stile “francese”, come mostrano le aiuole e i viali alberati.

» Continua la lettura e lascia un commento...

Si è svolta sabato 19 ottobre 2013, sotto un bel sole d’autunno, la prima visita del nuovo corso organizzato a Milano per cittadini di origine straniera. I partecipanti sono stati divisi in due gruppi: uno guidato da Oscar Fernandez Gandarillas e l’altro da Ana Cecilia Rivera, entrambi Mediatori Artistico Culturali Associazione Amici del FAI.

I corsisti si sono ritrovati alle ore 15.00 davanti all’ ingresso principale del Castello, sotto la Torre del Filarete. La passeggiata culturale è terminata all’Arco della Pace. Il corso alterna lezioni in classe, il giovedì sera nella sede del FAI e visite guidate del territorio, il sabato pomeriggio. Il corso è promosso dall’Associazione Amici del FAI con il contributo del Comune di Milano – Assessorato alle Politiche Sociali. E’ gratuito.

» Continua la lettura e lascia un commento...

Siamo tornati a visitare il magnifico Castello Sforzesco di Milano, sabato 22 giugno. E siamo tornati con Ana Cecilia Rivera, Mediatrice Artistico Culturale del FAI per lo spagnolo, originaria di El Salvador.

Alla visita (gratuita) hanno partecipato alcuni membri della Comunità Salvadoregna di Monsignor Romero di Milano. Chi è Monsignor Romero? Era un vescovo, ucciso durante la guerra civile in El Salvador (durata 12 anni, dal 1980 al 1992 con circa 80.000 morti). Era prima di tutto un uomo coraggioso che nelle sue omelie, dichiarava le ingiustizie che la popolazione e i più poveri dovevano subire. La Comunità che a Milano porta il suo nome, vuole mantenere viva la cultura salvadoregna e promuovere l’integrazione dei connazionali a Milano.

» Continua la lettura e lascia un commento...

Domenica 2 giugno siamo andati al Castello Sforzesco di Milano con Ana Cecilia Rivera, Mediatrice Artistico Culturale per lo spagnolo. Alla visita ha partecipato un gruppo di famiglie che Soleterre – Strategie di Pace onlus sta accompagnando in un percorso di ricongiungimento e comunicazione a distanza con i propri familiari rimasti al paese d’origine. “Dicono che per sapere veramente chi sei è innanzitutto necessario sapere chi sia l’altro” ci scrive Oscar Gandarillas, Mediatore Artistico Culturale presente alla visita di domenica, che continua: “Sono assolutamente convinto che l’unico modo di ritrovarsi, riconoscersi, sia confrontarsi, conoscersi e conoscere. Voglio ringraziare l’Associazione Amici del FAI e il FAI per permetterci di fare quello che ci piace fare: parlare di cultura, approfondire, provare a “risvegliare” quel senso di appartenenza che abbiamo a volte nascosto o perduto dentro di noi”.

Qui di seguito riportiamo le impressioni di qualche visitatore e le foto:

» Continua la lettura e lascia un commento...

Continuano gli incontri culturali alla scoperta della città a cura dei Mediatori Artistico Culturali. Questo week end sarà all’insegna della lingua russa, spagnola e tedesca. Dal Castello Sforzesco al centro storico di Varese, passando per l’incantevole chiesa di San Maurizio fino alla movida dei Navigli milanesi e a piazza Duomo. Scopri tutti gli appuntamenti:

» Continua la lettura e lascia un commento...

Dal Castello Sforzesco al Cremlino, passando per Pechino, fino al Castello di Dracula. Queste sono le nostre visite guidate, a cura dei Mediatori Artistico Culturali. Come previsto, domenica 26 maggio, siamo stati al Castello Sforzesco. Il meteo era dalla nostra parte: sole splendente! Ci sono state visite guidate in cinese, rumeno, russo, spagnolo, arabo e italiano. Complessivamente ci sono stati un’ottantina di visitatori tra cinesi, sudamericani, russi, italiani, albanesi, moldavi, magrebini.

I Mediatori Artistico Culturali non sono guide abilitate, ma persone con un profondo interesse per l’arte e la cultura che s’impegnano, in prima persona, a trasmettere questa passione ai visitatori e ai propri concittadini che oggi vivono, lavorano o studiano a Milano. Tutte le visite sono gratuite.

Un modo per conoscere più a fondo la città e i tanti volti di chi l’abita.

» Continua la lettura e lascia un commento...

Nuovi appuntamenti a Milano e Breno (BS) con gli Amici del FAI e i Mediatori Artistico Culturali domenica 26 maggio 2013.

MILANODomenica 26 maggio – ore 11.00, visita al Castello Sforzesco con i Mediatori Artistico Culturali in italiano, albanese, arabo, cinese, russo, rumeno, spagnolo. Simbolo di Milano, il Castello ha una storia intensa, a tratti travagliata: distrutto nella metà del Quattrocento, venne poi ricostruito con Francesco Sforza.  Seguirono anni di battaglie, occuapazioni e brutali saccheggi, con l’arrivo dei francesi. La Torre del Filarete che oggi come allora sovrasta l’ingresso, nel 1521 esplose in mille pezzi! Fu colpita da un fulmine, in una cupa notte di tempesta… . A fine Settecento arrivò anche Napoleone. Le sue truppe mutilarono senza pietà i torrioni e sfregiarono gli stemmi sforzeschi. Fu solo dopo l’unità d’Italia, nel 1861, che il Castello divenne (fiera) proprietà milanese e fu degnamente restaurato.

Domenica ripercorreremo insieme queste e altre tappe della storia milanese con degli interpreti speciali. Le visite sono gratuite, disponibili in ben sette lingue: lo spagnolo con Marilù, il rumeno con Svetlana, l’albanese con Anila, il cinese con Zohu Xujie e Yaqin Jia, l’arabo con Aziz, il russo con Natalia, l’italiano con Mona.

» Continua la lettura e lascia un commento...

Prima di essere un cimitero, il Monumentale di Milano è sicuramente un immenso museo a cielo aperto. Noi andremo a visitarlo questa domenica, 21 aprile, alle ore 11.00 insieme a quattro Mediatori Artistico Culturali: Oscar, originario della Bolivia, Sandra originaria di El Salvador, Tatiana dalla Russia e Mohamed dall’ Egitto. Le visite sono gratuite, poiché rientrano nel progetto promosso da Associazione Amici del FAI in collaborazione con FAI e il sostegno di Fondazione CARIPLO e saranno in arabo, russo e italiano.

Una visita al Monumentale di Milano è un’immersione nella storia della città. Qui riposano le anime di  illustri personaggi. Architetti, magistrati, cantanti, attori, giornalisti, imprenditori, poeti e pittori. All’ingresso, nel Famedio (dal latino “Tempio della Fama”) tra gli altri si ritrovano: Alessandro Manzoni, Carlo Cattaneo, Giorgio Gaber, Alda Merini, Salvatore Quasimodo, Arturo Toscanini, ma è solo per citarne alcuni.

» Continua la lettura e lascia un commento...

La chiesa di San Maurizio è una vera “chicca” di Milano. Non tutti la conoscono ma tutti quelli che ci sono stati la ricordano. Perché San Maurizio è una sorpresa che non ti aspetti. E’ in corso Magenta, una via trafficata, piena di bar, negozi, tram e gente che va di fretta. E in mezzo a tanto caos non si nota. Perchè dall’esterno è una chiesa come tante, anzi forse anche più anonima, con un ingresso piccolo. Eppure la meraviglia è tutta all’interno. Non a caso, alcuni la chiamano “La cappella Sistina di Milano”. Al riparo nelle sue antiche mura ci si sente come dentro a un quadro e la magia è presto fatta.

» Continua la lettura e lascia un commento...

Proseguono le visite guidate a cura dei Mediatori Artistico Culturali del FAI e gli appuntamenti si moltiplicano.

Sabato 23 febbraio a Milano, dalle ore 15.00 ci sarà la visita alla chiesa di San Maurizio, chiamata anche la cappella Sistina di Milano, per le meraviglie che racchiude tra le sue antiche mura. Vedere per credere! Sarà possibile seguire la visita in cinese con Yaqin, in spagnolo con Cecilia Rivera, in rumeno con Svetlana, in albanese con Jonida e in italiano con Carolina. Visita gratuita con prenotazione obbligatoria. Scrivere una mail ad: amicidelfai@fondoambiente.it .

Ma anche a Varese cominciano le visite a cura dei Mediatori Artistico Culturali: domenica 3 marzo dalle ore 15.00, sarà la volta di Villa Panza. Visite guidate in tedesco, olandese, albanese, francese, arabo e italiano. Ingresso di 3,00 euro. Per informazioni scrivere a: giadadorici@hotmail.it .

» Continua la lettura e lascia un commento...

Al via le prime visite guidate in lingua, a cura dei Mediatori Artistico Culturali del FAI.  Il primo appuntamento è per sabato 26 gennaio 2013, alle ore 15.00 in piazza Duomo, davanti alla libreria San Paolo. Insieme ai Mediatori Artistico Culturali sarà possibile conoscere la storia del Duomo e della piazza in arabo, cinese, spagnolo, russo e italiano. Si parte da piazza Duomo, si attraversa la galleria Vittorio Emanuele II e si arriva in piazza della Scala.

Le visite (che dureranno circa 1 ora e 30 minuti) sono gratuite e aperte a tutti gli interessati. Per partecipare basta mandare una mail ad amicidelfai@fondoambiente.it o telefonare allo 02/467615348, specificando la lingua in cui si vuole seguire la visita e presentarsi davanti alla libreria San Paolo, alle spalle del Duomo.

Le visite guidate in lingua verranno organizzate ogni ultimo week end dei prossimi mesi, fino a giugno. Con i Mediatori Artistico Culturali del FAI sarà possibile visitare anche il Castello Sforzesco, il Monumentale, San Maurizio, la Milano Romana, i Navigli, Casa Verdi e molto altro ancora. Alla scoperta di una grande e bellissima città, Milano, dove oggi risiedono e vivono oltre duecentomila persone di origine straniera.

» Continua la lettura e lascia un commento...

L’Associazione Amici del FAI e l’Istituto Razzetti (centro educativo bresciano dove si svolgono corsi d’italiano), hanno organizzato il 19 aprile 2012, delle visite guidate per le donne immigrate che frequentano i corsi dell’Istituto. L’obiettivo è favorire la conoscenza della città, non solo da un punto di vista funzionale, ma anche storico-artistico, coniugando l’apprendimento della lingua italiana.

» Continua la lettura e lascia un commento...

L’Associazione Amici del FAI in collaborazione con il FAI, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, ha organizzato domenica 18 settembre 2011 delle visite guidate e gratuite in diverse lingue presso due splendide proprietà FAI in Lombardia: Villa e Collezione Panza a Varese e Villa Necchi Campiglio a Milano. Per tutta la giornata, persone di diverse lingue e provenienza, hanno accompagnato i visitatori in percorsi guidati alla scoperta delle due Case – Museo. Dall’arabo all’urdu, dallo spagnolo al portoghese, dal russo al francese, dall’inglese al rumeno, dal tagalog all’albanese, fino al cingalese.

» Continua la lettura e lascia un commento...

Visita guidata in arabo e urdu nelle vie del centro di Brescia per le donne dell’Istituto Razzetti, centro educativo dove si svolgono corsi di lingua italiana per donne straniere.

La visita della città è stata condotta da alcuni mediatori artistico culturali che nel 2010 hanno partecipato al corso di formazione.

» Continua la lettura e lascia un commento...