Ravenna:al via il nuovo corso per Mediatori Artistico Culturali

Il 3 dicembre è inziato il nuovo corso per Mediatori Artistico Culturali a Ravenna, nella sala del Consiglio territoriale dell’Area Darsena, indirizzato a 27  cittadini di 16 paesi differenti: Polonia, Filippine, Bolivia ,Mali, Romania, Senegal, Albania, Ucraina, Cina, Libano,Marocco, Macedonia, Costa d’Avorio, Pakistan, Camerun, Italia.

I 16 incontri svilupperanno la conoscenza della città, dalla “Ravenna città di frontiera nel cuore dell’Impero” fino ai luoghi della contemporaneità.  Le lezioni in lingua italiana saranno svolte da Alessandro Bazzocchi, Giovanni Gardini e Manuela Farneti con il coordinamento di Maria Giovanna Caccialupi, già responsabile del corso di Bologna.

Al termine del ciclo di incontri i nuovi Mediatori di Ravenna saranno chiamati a condividere quanto appreso con i propri connazionali organizzando visite gratuite in giro per la città.

I mediatori parteciperanno anche alla Giornata FAI di Primavera 2016, con l’obiettivo di coinvolgere le proprie comunità di orgine .

Durante la conferenza stampa di presentazione del progetto, L’Assessora Monti ha ringraziato ed espresso il suo apprezzamento al FAI e alla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna per il valore dell’inziativa, sottolinenado l’importanza di fare conoscere la storia che sta dietro la bellezza dei nostri monumenti a quella parte di cittadini di Ravenna di provenienza straniera.

Ha concluso Marina Senin Forni, Presidente del FAI Regione Emilia Romagna :”Si tratta di un progetto che aiuta la pacificazione perchè motiva gli scambi fra culture diverse in un processo di reciproco ascolto”.