Sono aperte le iscrizioni per partecipare al primo corso sulla storia e l’arte locale che si terrà a Ravenna. Come i corsi già realizzati in altre città, anche questo è gratuito e si rivolge prevalentemente a cittadini d’origine straniera interessati alle materie, al fine di diffondere tra i migranti che vivono e lavorano in città la conoscenza del patrimonio storico artistico italiano e accrescere il senso di appartenenza alla comunità. Le lezioni, in lingua italiana, si terranno il giovedì sera, dalle 18.00 alle 20.00, presso la Sala del Consiglio Territoriale dell’Area Darsena, in via Aquileia 13.

Il corso è promosso dalla Presidenza FAI Emilia Romagna in collaborazione con l’Associazione Amici del FAI e grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna che ha scelto di continuare a sostenere il progetto: già lo scorso anno infatti, la Fondazione insieme al gruppo UNIPOL, avevano reso possibile la realizzazione del primo corso di Bologna, a cui parteciparono oltre 30 persone provenienti da paesi diversi ma accomunate dallo stesso interesse per la storia e l’arte della città.

“Mi sono sempre detta che si cresce dal basso, per questo sono arrivata qui, ho abbassato lo sguardo, ho abbassato le spalle. Non mi sono guardata intorno, non ho fatto caso ai musei, all’arte, a cosa mi sta di fronte. Ho accettato. E invece ci dovremmo fermare. Fare mente locale e guardare il mondo con altri occhi: guardarci attorno e non avere paura, perché siamo in un paese meraviglioso” ci ha detto Tatiana, originaria della Moldavia al termine del corso di Bologna, mentre ritirava l’attestato di partecipazione. Perché è questo che danno tutti i corsi del progetto “Arte un ponte tra culture” promossi dall’Associazione Amici del FAI insieme al FAI: attestano la partecipazione di chi si è mostrato interessato alla storia, all’arte e la cultura, cercano ambasciatori d’arte e bellezza.

Per iscriversi c’è tempo fino a venerdì 20 novembre.

Per maggiori informazioni sul corso di Ravenna e per scaricare la domanda d’iscrizione clicca qui