Renato Bazzoni: una mostra a Milano per ricordare il Padre del FAI

Si è chiusa a Milano con grande successo la mostra “Conoscere e Amare l’Italia , le trasformazioni del Paese attraverso le fotografie di Renato Bazzoni”  inaugurata in Cavallerizza il 30 Gennaio e terminata il 1 marzo 2015 .

La mostra organizzata dal FAI grazie al fondamentale sostegno dell’Associazione Amici del FAI, raccoglie gli scatti dell’architetto milanese, padre del FAI e ripercorre le tappe del suo impegno civile per la tutela dell’ambiente e del patrimonio culturale italiano a partire dagli anni Cinquanta.

Bazzoni   progettò edifici industriali e alberghieri, abitazioni e ospedali ma la sua passione fu da sempre l’architettura rurale che lo portò in giro per l’Italia alla ricerca di testimonianze di un mondo che andava scomparendo. In questo viaggio nell’Italia minore Bazzoni si affida alla sua macchina fotografica per registrare, descrivere e interpretare le grandi trasformazioni del Paese, quando da agricolo divenne industriale e postindustriale.

Durante la mostra è stata promossa l’iniziativa “Tu, come la vedi?” per condividere l’Italia che gli italiani amano e quella che non vorrebbero vedere. I visitatori sono stati invitati a mandare al sito www.mostrabazzoni.it  gli scatti che raccontano l’Italia che emoziona, che piace o quella che rattrista, dimenticata e umiliata. Le foto sono state pubblicate dal FAI  nella gallery del sito.

La mostra è stata curata da Alberto Saibene, composta da 300 fotografie divise su 6 monitor TV e accompagnata dalla musica di Doriano Zurlo.

“1, 100, 1000 Bazzoni servirebbero di nuovo in questo nostro amato e disastrato paese”.

“Straordinaria testimonianza di un grande uomo”

“E’ bello finalmente conoscere uno dei fondatori del FAI”

“Orgogliosamente socia FAI”

Questo sono solo alcuni dei commenti lasciati dai 2500 visitatori che nell’arco di un mese sono venuti a vedere la mostra.