La seconda visita del corso dedicato alla storia e l’arte di Milano è stata nello splendido parco milanese di via Palestro. Forse uno degli angoli verdi più belli in città. Noi ci siamo andati sabato 26 ottobre, insieme a Oscar Fernandez Gandarillas e Sumila Jayasekara, entrambi Mediatori Artistico Culturali dell’Associazione Amici del FAI.

Con una passeggiata tra abeti, aceri, tigli e cedri, abbiamo scoperto un po’ più a fondo la storia di questo parco, così bello e così antico. I giardini infatti furono realizzati su un progetto dell’architetto Piermarini tra il 1782 e il 1786. L’ idea dell’architetto si ispirava ai principi illuministi di razionalizzazione dello spazio e infatti il parco venne realizzato secondo uno stile “francese”, come mostrano le aiuole e i viali alberati.

Dopo le Cinque Giornate (1848), il Comune affidò all’architetto Balzaretti l’incarico di ampliare i Giardini che vennero inaugurati nel 1862, un anno dopo l’unità d’Italia, con un disegno all’inglese. A quello seguirono altri interventi, fino alla realizzazione, all’interno del parco, del Museo Civico di Storia Naturale, progettato nel 1892 da Giovanni Ceruti e del planetario, donato dall’editore Ulrico Hoepli e progettato da Piero Portaluppi nel 1929.

La nostra visita si è conclusa con un applauso per Oscar e Sumila davanti alla statua dedicata a Indro Montanelli, a cui tra l’altro sono intitolati i giardini. E qui vogliamo chiudere proprio con una  frase del grande giornalista, che ci pare appropriata e che dice: “un popolo che ignora il proprio passato non saprà mai nulla del proprio presente”.

Ecco, noi siamo d’accordo con Montanelli e insieme ai nostri Mediatori Artistico Culturali vogliamo conoscere e far conoscere il nostro passato, anche per vivere meglio il presente!

Il corso è realizzato da Associazione Amici del FAI in collaborazione con FAI e con il contributo del Comune di Milano – Settore Servizi per gli Adulti e Politiche per l’Immigrazione.

Grazie ad Alina Nastasa per le foto.