Si è tenuta ieri, mercoledì 13 marzo, nella suggestiva sede di Palazzo Spada a Roma, la conferenza stampa della XXI° edizione di Giornata FAI di Primavera. E quest’anno c’era anche l’Associazione Amici del FAI con Oscar, Moussa e Nagwa, tre Mediatori Artistico Culturali (rispettivamente originari di Bolivia, Senegal ed Egitto) per presentare “Arte. Un ponte tra culture”, ovvero le visite guidate in diverse lingue durante la Giornata FAI di Primavera.

Quest’anno – sabato 23 e domenica 24 marzo – saranno ben 82 le città in tutta Italia in cui sarà possibile seguire queste speciali visite guidate in cinese, wolof, arabo, albenese, russo, spagnolo, inglese, hindi, francese, sloveno, ucraino e chi più ne ha ne metta. Tutto grazie collaborazione delle Delegazioni FAI regionali e all’impegno dei mediatori artistico culturali e dei ciceroni in lingua, volontari di origine straniera che hanno scelto di partecipare attivamente alla Giornata FAI.

Vi aspettiamo allora sabato 23 e domenica 24 marzo a Brescia, Bergamo, Valle Camonica, Milano, Varese, Siena, Bolzano, Bologna, Ravenna, Rieti, Alessandria, Aqui Terme, Montone (PG), Vicenza, Siracusa, Alghero, Taranto, Fabriano, Roma, Locri (RC) e molte altre località!

Per conoscere tutte le aperture con le visite guidate in diverse lingue visita il sito www.giornatafai.it nella sezione visite in lingua. Fate attenzione perché in alcune località, come Milano, Varese e Brescia,  le visite in lingua saranno esclusivamente la domenica, il 24 marzo.

La proposta d’ integrare la Giornata FAI di Primavera con visite guidate in lingue diverse, è nata dall’esigenza di migliorare l’offerta culturale per i tanti cittadini di origine straniera. La pratica ci ha insegnato che l’arte e la cultura possono davvero essere “un ponte”  per avvicinare tradizioni diverse e  l’ immenso patrimonio artistico e culturale italiano è prezioso anche per promuovere lo sviluppo di una società civile più matura e serena.

Oltre alla Giornata FAI di Primavera, l’Associazione Amici del FAI in collaborazione con la Fondazione, organizza corsi di formazione sulla storia e l’arte locale e percorsi di visita in molte lingue, con l’iauto dei mediatori artistico culturali.

Per informazioni: amicidelfai@fondoambiente.it