Arte. Un ponte tra culture, il progetto ideato dall’Associazione Amici del FAI in collaborazione con il FAI – Fondo Ambiente Italiano, si occupa di avvicinare i concittadini di origine straniera al patrimonio artistico e culturale italiano.

Quest’anno, l’Associazione Amici del FAI e il FAI hanno organizzato per domenica 18 settembre visite guidate e gratuite in diverse lingue presso due splendide proprietà lombarde: Villa Necchi Campiglio, nel cuore di Milano e Villa e Collezione Panza, a Varese.

Le visite guidate in lingua si terranno dalle ore 10.00 alle ore 17.00.

L’invito a partecipare è rivolto a tutti i nuovi cittadini e tutte le comunità immigrate con un’attenzione particolare alle famiglie e agli studenti.

Il progetto Arte. Un ponte tra culture, sperimentato per la prima volta a Brescia nel 2008, vuol essere un’occasione per avvicinare anche i nuovi cittadini al patrimonio italiano, nella consapevolezza di un comune territorio da conoscere, amare e reinterpretare.

La conoscenza dell’arte e della storia locali possono, infatti, promuovere l’integrazione e la coesione sociale, favorendo lo sviluppo di un comune sentimento di identità e appartenenza. Occorre affrontare questa nuova sfida affinché il messaggio di rispetto, tutela, salvaguardia del territorio che il FAI ha saputo diffondere tra gli italiani, venga ora raccolto anche dai nuovi cittadini.

  • Milano – Villa Necchi Campiglio, Via Mozart 14
    Dalle 10.00 alle 17.00 visite guidate e gratuite in: arabo, albanese, francese, inglese, italiano, portoghese, rumeno, russo, spagnolo, tagalog
    La visita guidata ha una durata media di circa 30 minuti
  • Varese – Villa e Collezione Panza, piazza Litta 1
    Dalle 10.00 alle 17.00 visite guidate e gratuite in: arabo, albanese, cingalese, francese, inglese, italiano, hurdu, spagnolo, russo/ucraino
    La visita guidata ha una durata media di circa 30 minuti

Per maggiori informazioni sul progetto Arte. Un ponte tra culture:
Email mediatori.faimilano@libero.it
Tel. 02 467615280
Cell. 345 5316528

» Scarica qui il comunicato stampa