L’Associazione Teregua è lieta di annunciare la pubblicazione di una monografia su “La chiesa della Santissima Trinità di Teregua in Valfurva. Si tratta di un volume di 237 pagine riccamente illustrato che, attraverso la sistematica raccolta di saggi altamente qualificati, descrive “Storia, arte, devozione e restauro” del monumento.

La pubblicazione è stata resa possibile grazie al contributo di istituzioni, fondazioni, associazioni e privati cui desideriamo esprimere la più sentita riconoscenza.

La monografia, che conclude idealmente un percorso iniziato dall’Associazione Teregua nel 2004, si propone di diffondere, specie in ambito provinciale ma non solo, uno strumento per favorire l’approfondita conoscenza di un significativo bene culturale nella storia della comunità dell’Alta Valtellina.

Il volume sarà disponibile per i visitatori della chiesa nei giorni di sabato e domenica da giugno a settembre (ore 15/17): le visite di gruppo fuori orario devono essere prenotate al numero 0342-945030.

Il libro verrà anche inviato alle biblioteche civiche e scolastiche oltre che alle associazioni culturali e turistiche della provincia di Sondrio presso le quali potrà essere consultato.

La presentazione ufficiale dell’opera si terrà presso l’Auditorium di Valfurva nella serata di sabato 23 luglio.

Si coglie inoltre l’occasione per segnalare fin da ora due eventi per i quali la chiesa di Teregua tornerà a occupare una posizione di primo piano.

Domenica 29 maggio, sempre presso il citato Auditorium, una delegazione dell’Associazione Culturale Valtellinesi di Milano assegnerà all’Associazione Teregua il “Lavegin d’or”, uno speciale riconoscimento che ogni anno viene attribuito a quei soggetti della provincia di Sondrio che in modo significativo hanno contribuito a far conoscere i valori di cultura e di civiltà della loro terra natia.

Nei giorni 24 e 25 giugno i consoli del Touring Club Italiano della Lombardia saranno nelle “Honorate Valli” per lo svolgimento di un programma che comprende gli affreschi di Vincenzo De Barberis a Teregua, Santa Lucia di Fumarogo , San Pietro di Piatta; le chiese di San Gallo a Premadio e di San Martino a Pedenosso; le Torri di Fraele e il percorso panoramico della décauville Fraele – Arnoga.

Nel quadro delle visite da parte di gruppi provenienti da fuori provincia, merita di essere citata quella effettuata nel pomeriggio di sabato 9 u.s. da 45 soci del Lions di Bologna guidati dall’architetto Gigi Maffescioni.