Sabato 16 ottobre è stata riaperta al pubblico la piccola Edicola Liberty di Mantova dopo un accurato lavoro di restauro realizzato grazie alla collaborazione tra FAI e Apam. Costruita alla fine dell’800, l’edicola torna a essere punto d’incontro e interesse di cittadini e visitatori.

Valorizzare il Bene mantenendone la destinazione autentica. Questo l’obiettivo dell’accurato lavoro di restauro dell’Edicola Liberty a Mantova, realizzato grazie alla collaborazione tra FAI e Apam e il contributo dell’Associazione “Amici del FAI”. Sabato 16 ottobre, i cittadini della città lombarda, e in generale tutti gli italiani, hanno così riabbracciato un piccolo gioiello storico-artistico che, oltre a essere un punto d’incontro e interesse, si trasforma adesso in punto di informazione e luogo per l’acquisto di biglietti.

La cerimonia di riapertura è avvenuta nell’ambito della manifestazione “Puntiamo i riflettori” della Delegazione FAI locale con l’aiuto di molti volontari. A giorni l’edicola riprenderà in pieno la sua attività che nei mesi di lavori si era svolta a bordo di un autobus messo a disposizione da Apam, sponsor principale dell’operazione.

Costruita a fine Ottocento in piazza Sant’Andrea e poi trasferita nel 1925 in piazza Canossa, la piccola edicola non ha mai smesso di svolgere i suo compito, nonostante i vari interventi di ristrutturazione. Si tratta di una costruzione in ferro battuto, lamiera, legno e vetro che, nelle quattro finestrelle e nelle forme decorative, soprattutto della copertura, è orientata al gusto neogotico tardo ottocentesco.

Il restauro ha permesso: la sistemazione della copertura con la sostituzione delle parti arrugginite; il rifacimento delle finestrelle, delle decorazioni in ghisa e di tutta la struttura protetta con vernici protettive; la ristrutturazione del pavimento con sistemazione delle fondamenta; il riposizionamento di tutti i vetri con le antiche tecniche; l’installazione nel pavimento di un impianto eletrico di riscaldamento; la sistemazione di tutto l’impianto di illuminazione. Infine, è stato eliminato il controsoffitto interno lasciando così visibile la struttura interna.

Fonte: http://www.fondoambiente.it/attualita/edicola-liberty-mantova-ritrova-il-suo-gioiello.asp